aragonese

Il Camino Aragonese prende nome dall’Aragona, regione che attraversa per quattro tappe prima di entrare nella Navarra.   E’ una variante di ingresso al Camino Francès, con il quale si unisce a Puente la Reina.    Storicamente era utilizzato principalmente dagli italiani o dai pellegrini in transito per l’Italia che, provenendo da Arles (per la Via Tolosana) o da Ventimiglia e diretti a Santiago, trovavano più agevole risalire la valle dell’Aspe e valicare i Pirenei a Somport (1600 metri di altezza).
Il cammino è lungo 162 km, che si percorrono generalmente in sei tappe, e segue in gran parte il corso del Rio Aragòn. Lungo il percorso si incontrano luoghi e monumenti ricchi di storia, attraverso un paesaggio di grande varietà e suggestione.    Occorrono sei giorni  per raggiungere Puente la Reina anziché i tre giorni necessari da Saint Jean Pied de Port.   Per questo motivo, che si aggiunge alle difficoltà geografiche di arrivare al Passo del Somport, è molto meno battuto.
Tipica di questo cammino è la presenza di un certo numero di varianti e deviazioni, la più significativa delle quali è senz’altro quella che porta al Santuario di San Juàn de la Peña, monumento nazionale e gioiello del romanico spagnolo.

ARRIVARE

Si parte dal Col de Somport, sui Pirenei. Oggi il modo più comodo ed economico per raggiungere Somport dall’Italia è arrivare a Saragozza.   Da qui numerosi pullman arrivano a Jaca (http://www.alosa.es ) in circa due ore.     A Jaca parte la coincidenza per Somport (circa un’ora di viaggio). Gli orari da Jaca sono i seguenti 8.20, 11.30, 14,55, 19.30, 21.55, 22.55 (soggetti a variazioni stagionali).

Da Saragozza c’è anche un treno fino a Canfranc Estaciòn, ai piedi del passo, da cui dista però circa sette chilometri (http://www.renfe.es )
A Somport si può arrivare anche dalla Francia,  precisamente da Pau o da Lourdes. Esistono voli per Pau, con scalo a Londra (Ryanair) e da Amsterdam (Transavia). A Pau si prende il treno fino a Oloron Sainte Marie e da lì il pullman fino a Somport. Chi intende salire a piedi al passo può scendere alla fermata di Urdos. Per informazioni sugli orari dei bus, telefonare dalla stazione di Oloron Sainte Marie 0033-559.39.0061. A Pau si può arrivare in treno anche direttamente dall

’Italia.
Chi vuole raggiungere a piedi Somport da Lourdes, sul sito http://www.aucoeurduchemin.org/ può scaricare le cartine del percorso. Altrimenti a Lourdes si può prendere il treno fino a Oloron Sainte Marie e da lì il pullman per Somport.
A Lourdes esiste una struttura che accoglie i pellegrini diretti a Santiago, si chiama La Citè Saint Pierre ed è in Rue Mgr Rodhain, sulla collina a sinistra del santuario, in mezzo al bosco (tel. 00.33.05.62.42.71.11 email cite@citesaintpierre.net). In estate questa struttura è spesso piena, conviene quindi informarsi in anticipo, oppure rivolgersi all’ufficio di accoglienza dei pellegrini all’arrivo a Lourdes. Un’alternativa è l’Hospitalet, una sorta di alloggio-accoglienza. Ci si arriva dall’ingresso laterale destro del santuario, dopo la Salus Infirmorum, la struttura dell’Unitalsi, sulla riva destra del fiume. Di fianco al cancello del santuario c’è una scaletta che risale il fianco destro della collina, poi si trovano le indicazioni. Ed è possibile acquistare un buono per la cena in una mensa riservata agli stagisti.
E’ infine disponibile l’Albergue La Ruche, Rue de Pau 21, tel 0033 624 99 01 21. il Proprietario è il Sig. Jean Louis Doux. Costo 15 € a notte. Colazione e cena viene offerta: chiaramente è sempre gradito lasciare una donazione. Chiamare e prenotare anche con un po’ di anticipo. Presentarsi con la credenziale del Pellegrino.

Chi volesse partire a piedi da Pau, può seguire le ultime tre tappe del Cammino di Arles. Le distanze sono le seguenti :
– Pau-Oloron Sainte Marie 28km
– Oloron-Bedous 29km
– Bedous-Somport 30km
Per il ritorno, da Puente la Reina passa quasi ogni ora il pullman che, in circa un’ora, porta a Pamplona, dove è poi possibile prendere la coincidenza per Saragozza (www.conda.es : in autobus sono circa due ore e mezza) o il treno per la Francia.

LE TAPPE

Nelle pagine interne si trovano le schede delle tappe (descrizione curata da Donatella Capizzi)

GLI ALBERGUES

E’ disponibile un numero sufficiente di albergues.    In ogni singola tappa sono indicati quelli disponibili.

LINKS

www.jacajacobea.com è il sito dell’Associazione Amici del Cammino di Jaca, fornisce molte informazioni utili, una mappa interattiva e una bella galleria fotografica

e naturalmente il sito di Eroski, sempre aggiornatissimo.

CONTRIBUTI

Il diario di Maria, che ha compiuto il Cammino nel 2007

Anche Franco ha percorso nel 2007 il Cammino Aragonese, scrivendone il diario

Donatella ha anche scritto il diario del suo cammino: clicca qui per aprirlo.

Questo è il diario scritto da Giancarlo Marchesi (giawan.che@hotmail.it), che ha percorso il cammino nel maggio 2009

Maria Baggi ha scritto il diario del suo Cammino Aragonese, percorso a piedi in agosto/settembre 2011

Claudio ha percorso il Camino Aragonés nel settembre 2012, prolungandolo sino a Belorado.

Flavio Vandoni ha scritto e aggiornato nel corso del 2013 un descrittivo di questo cammino, da Lourdes: clicca qui

Il diario del Camino Aragonés – aprile 2014 – inviato da Massimo

LA GUIDA

La descrizione del cammino Aragonese è contenuto all’interno della “Guida al cammino di Santiago de Compostela” di Alfonso Curatolo e Miriam Giovanzana – collana libri di Terre di Mezzo –  Milano – ISBN 978-88-6189-134-0 (guida ricca di informazioni e consigli) – http://www.percorsiditerre.it/