A Busto Arsizio storie di pellegrini e tanta poesia! – 4 e 5 novembre 2017

busto_arsizio4-5novembre2017PELLEGRINI (-POETI) E POETI (-PELLEGRINI)

COME OGNI FINE ANNO CI INCONTREREMO ANCORA … QUESTA VOLTA IL 4/5 NOVEMBRE 2017 A BUSTO ARSIZIO (VA)

Dopo i convegni di Vigevano, Brescia, Besenello, Vicopisano, Chivasso, Venezia… chi ci conosce sa che non può mancare! Vero?
Chiunque potrà partecipare come al solito in piena libertà alle diverse fasi del Convegno, aderendo a tutte le nostre iniziative o partecipando ad alcune, con l’unico impegno di corrispondere i costi eventuali di quelle fasi, senza alcuna spesa organizzativa da corrispondere a noi.
Presto daremo in progress gli elementi concreti che riusciremo man mano a definire e che prevedono sostanzialmente un trekking al Cimitero Monumentale di Milano dalle 15 di sabato alle 18, a cura di Carla De Bernardi e Lalla Fumagalli (che ci parlarono già di questo nel 2012 a Brescia in un precedente convegno del Forum dei Pellegrini).
Prevediamo di condividere una pizza il sabato sera, e di incontrarci e discutere domenica dalle 10 alle 17 con pausa pranzo tra le 13 e le 15.

CLICCA QUI PER SEGUIRE IL PROGRAMMA ATTUALMENTE IN VIA DI REALIZZAZIONE E PER OFFRIRE UN TUO INTERVENTO

Due importanti aggiornamenti alle tappe del Cammino del Nord

Segnalo due importanti variavioni intervenute sul cammino del Nord rispetto all guida uscita nel merzo scorso – 5^ edizione:

1. Tappa 9 – Pobeña / Islares – l’albergue di Islares ha cessato l’attività nella scorsa primavera.

2. Tappa  – Sobrado dos Monxes – Brea – variazione nel percorso

La Xunta de Galicia ha proseguito quest’anno il lavoro di posa in opera e/o di sostituzione di mojones (paracarri) in pietra che segnalano il Camino del Nord in quella r2.2egione. Il cammino ora è segnalato molto bene: ogni 300-400 metri c’è un mojon che indica la direzione e il numero di chilometri che mancano a Santiago.

E’ stato segnalato anche un percorso alternativo nel tratto finale del Cammino del Nord.   Nella guida “A Santiago lungo il Cammino del Nord” – quinta edizione – descrivo il percorso che da Sobrado Dos Monxes (tappa 32) porta ad incrociarsi con il Cammino Francese a Brea: 31,6 km.   Nella successiva (tappa 33) il cammino prosegue da Brea raggiungendo Santa Irene, Pedrouzo, Labacolla, Monte do Gozo e finalmente Santiago: 25,1 km.   Il nuovo percorso che la Xunta de Galizia ha fatto segnalare parte al km 22,1 della tappa.   Poco dopo aver sorpassato la Capila da Mota si arriva ad un incrocio ai cui angoli stanno quattro case.   Il percorso da me segnalato diceva di andare a sinistra per 400 metri e quindi deviare a destra imboccando una serie di lunghi rettilinei che portano ad innestarsi nel Cammino Francese in località Salceda/Brea.

Il nuovo percorso, invece, attraversa l’incrocio e prosegue su sterrati di vario tipo, con incroci ben segnalati e raggiunge, dopo 7,2 km, la carretera N-630 e la segue, su percorsi a lato, sino ad arrivare alla grande rotonda antistante l’aeroporto di Labacolla.   In questo punto si innesta sul Cammino Francese.  Da questo punto mancano 13,9 km alla Cattedrale di Santiago.
Il senso di questo nuovo percorso è probabilmente quello di ridurre al minimo la commistione fra cammino Francese e Cammino del Nord.

Peraltro seguire questo tracciato comporta qualche problema.   Innanzitutto viene da chiedersi quale sia da considerarsi fine tappa logico: infatti il percorso non termina in un paese ma in una grande rotonda a 13,9 da Santiago. Dove si dorme?  poco prima dell’innesto con il Cammino Francese c’è l’albergue San Marcos; altrimenti dobbiamo proseguire sino a San Paio (altri 1,5 km) oppure a Labacolla (altri 1,7 km): ognuna di queste località ha un solo albergue e trovare posto non è scontato.  Secondariamente dobbiamo considerare la lunghezza: se si parte da Sobrado dos Monxes viene fuori un tappone di 39,2 km, al quale si aggiungono eventuali km supplementari sino all’albergue.   In terzo luogo doibbiamo considerare i rifornimenti: nella prima parte si trova un bar a  Corredoiras e poi a Gandara-Boimorto si trovano rifornimenti e servizi di ogni tipo.   Più avanti non c’è nulla di nulla: solo un bar a Tarroiera, 10,2 km dall’inizio del nuovo percorso e a 6,9 km dall’arrivo.

Quindi che fare?   Si può stabilire il fine tappa precedente all’albergue di Gandara/Boimorto: la tappa viene ridotta a  28,8 km:  inevitabilmente dovremo perdere la sosta o la visita al Monastero di Sobrado dos Monxes.   Con questa soluzione però la tappa precedente diventa anch’essa un tappone: 37,6 da Xeixon o 35,7 da Miraz.   Nessun problema per i ciclisti ma per chi cammina a piedi è dura.   Insomma, seguire questa nuova variante comporta diversi problemi.

La migliore soluzione, per il momento, quella più ragionevole, è ignorare il segnale presente all’incrocio con le quattro case dopo la Capila da Mota e seguire le indicazioni fornite dalla guida arrivando a Brea oppure, arrivati a Boimorto, proseguire per Arzua.

tappa 32

 

 

Progetto “STORIE IN CAMMINO” – Esperienze e testimonianze di pellegrini e viandanti

Dopo la conclusione del PROGETTO lanciato a Chivasso (To) a dicembre del 2015 con il titolo “LE SINCRONICITÀ VISSUTE DA CAMMINANTI E PELLEGRINI”, sfociato nella pubblicazione del volume “Quando il cammino trascende”, Francesco Urso, direttore del “Forum dei pellegrini” e titolare della Libreria Editrice Urso di Avola (SR) invita pellegrini e camminanti a scrivere sulle loro esperienze al limite

Progetto “STORIE IN CAMMINO”
Esperienze e testimonianze di pellegrini e viandanti

REGOLAMENTO
La Libreria Editrice Urso, mediante Francesco Urso Editore, si fa promotrice di raccogliere e pubblicare esperienze di pellegrini e viandanti di ogni tipo su accadimenti di particolare intensità spirituale. Si richiede scrittura in prosa, in forma di racconto, diario di viaggio o testimonianza.

Articolo 1) La partecipazione al Progetto è gratuita, nel rispetto di quanto indicato dal presente documento. Non è prevista quota di partecipazione o tassa per spese organizzative, né alcun obbligo di acquisto di volumi.
Articolo 2) Possono partecipare al Progetto autori di tutto il mondo con testi in lingua italiana, in prosa, su esperienze di cammino o pellegrinaggio a piedi, in bicicletta o a cavallo. Ogni autore può mandare un massimo di due interventi, ciascuno su due argomenti diversi, escludendo immagini di qualsiasi tipo.
Articolo 3) I testi, elaborati in un qualsiasi programma di scrittura (word, open office, simple test, ecc.), dovranno essere inviati, allegati a una e-mail a progetto@libreriaeditriceurso.com entro il termine massimo del 30 settembre 2017.
Indicare in calce nome, cognome, indirizzo completo, numero di cellulare e indirizzo e-mail.
Articolo 4) Gli elaborati inviati saranno considerati solo ed esclusivamente ai fini del presente Progetto. I concorrenti, partecipando, dichiarano implicitamente che i testi presentati sono di loro composizione, inediti, e accettano tutte le norme che regolano questo Progetto.
Articolo 5) Gli autori rinunciano ai diritti sulle loro opere oggetto del Progetto, ma ne mantengono la paternità e, per il semplice fatto che aderiscono al Progetto, ne accettano il bando; inoltre non potranno richiedere in nessun momento alcun compenso o altri diritti alla Libreria Editrice Urso;
Articolo 6) Il Progetto non prevede vincitori né premi tradizionali. Francesco Urso, organizzatore e promotore del Progetto valuterà i testi pervenuti, e a suo insindacabile giudizio deciderà se sono sufficienti, in termini di quantità e qualità, per realizzare una pubblicazione a totale carico della Libreria Editrice Urso. In caso affermativo, deciderà il tipo di pubblicazione (digitale, cartacea, ecc.), le sue caratteristiche, la diffusione; provvederà a sua totale cura altresì all’editing dei testi scelti per la pubblicazione, in modo da eliminare eventuali errori, e per renderli chiari e comprensibili per il lettore. Qualora la pubblicazione sia messa in vendita, verrà inviata a spese dell’editore gratuitamente una copia dell’opera all’indirizzo di tutti i partecipanti.
Articolo 7) Il promotore e organizzatore si riserva inoltre di creare altre iniziative per far conoscere i risultati del Progetto, così come di avvalersi dei mezzi di comunicazione più adeguati per diffonderne l’informazione.
Nel caso di iniziative programmate per far conoscere l’esito del Progetto, l’organizzatore informerà in tempi opportuni via e-mail gli aderenti al Progetto, in modo che essi possano partecipare e, qualora possibile, portare le loro esperienze dal vivo.

Avola 7 giugno 2017

http://www.libreriaeditriceurso.com/public/santiago/forum/urso

Un cammino assistito, pensato per chi ha problemi fisici o di età

L’associazione “Camminate … per piacere” di Roma organizza per l’ottavo anno un cammino pensato specificamente per chi ha problemi fisici o legati all’età.   Il programma è già stato stabilito così come la data: dal 25 luglio al 5 agosto.   Qui sotto si può leggere la locandina dell’iniziativa.   Per contatti chiamare Guglielmo 338.5424801.

I biglietti aerei sono comunque acquistabili anche prescindendo dalla partecipazione completa all’iniziativa.SANTIAGO 2017 LOCANDINA

Il “Cammino della Solidarietà” da Norcia a Leonessa – 15/17 aprile 2017

Seminatori di futuro sulle orme dei Santi
Il “Cammino della Solidarietà” da Norcia a Leonessa – 15/17 aprile 2017

Si è da pochi giorni concluso il “Cammino della Solidarietà”, un’iniziativa lanciata su Facebook da Maurizio Ornella per dare un aiuto “diretto e concreto” alle aree geografiche del centro Italia colpite dal terremoto.

Oltre 200 “seminatori di futuro” provenienti da diverse regioni della penisola e anche dall’estero – nel gruppo anche gli asinelli del rifugio Colle Le Cese – si sono dati appuntamento sotto la statua di San Benedetto a Norcia ed hanno percorso, dal 15 al 17 aprile, una parte del Cammino del patrono d’Europa, con soste a Cascia e Monteleone di Spoleto, permettendo ad agriturismi, alberghi e B&B della zona, spesso a conduzione familiare, di tornare a vedere un po’ di speranza.IMG_0076 foto 3

“Quello che più ci manca è il contatto con i turisti non più presenti in questi luoghi per paura del terremoto” è ciò che gli abitanti hanno raccontato ai camminatori che si recavano nei piccoli alimentari e negozi di souvenir. Si è trattato di un pellegrinaggio culturale e spirituale, patrocinato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, che ha dato ai partecipanti l’opportunità di trascorrere una vera Pasqua di risurrezione e di solidarietà in questa parte di Italia dove piccoli borghi e santuari fanno da cornice alla vita di San Benedetto e di Santa Rita. L’ampio spazio dedicato dalla RAI attraverso i TG regionali e la puntata “A sua immagine” del 23 aprile che ha visto, tra gli altri, l’intervento dello scrittore Simone Frignani – autore della guida del Cammino di San Benedetto – testimonia la riuscita della manifestazione.

In ricordo dell’importante avvenimento il sindaco di Monteleone di Spoleto ha fatto pervenire ad ogni pellegrino una pergamena di partecipazione.

 

contributo di Valentino Pisegna
Commendatore “Orden del Camino de Santiago”
www.ordendelcaminodesantiago.es

18056439_1650289921665602_3242997375024037558_o

 

 

 

Censimento dei timbri dei cammini in Italia

Pubblico questo appello riportato sul sito “Percorsi di Terre”.

In occasione di “Fa’ la cosa giusta!” 2017 (10-12 marzo a Milano presso Fieramilanocity – fiera italiana del consumo critico e degli stili di vita sostenibili) si terrà l’incontro “ITALIA, PAESE DI CAMMINI”. Sarà un momento importante per rilanciare gli itinerari storici, culturali e spirituali che nel nostro Paese hanno straordinarie possibilità di sviluppo, coinvolgendo tutte le componenti dei grandi itinerari a piedi.

Per l’occasione Terre di mezzo allestirà una mostra dedicata alle credenziali e ai timbri, che vorremmo realizzare grazie al contributo di tutti. Chiediamo quindi, a chi ne fosse in possesso, di inviarci un’immagine e possibilmente di raccontarci la storia di timbri e credenziali, compilando il form sottostante.

Se vuoi collaborare vai alla pagina del sito di Terre di Mezzo: http://percorsiditerre.it/timbri/

XV INCONTRO COMPOSTELLANO IN LIGURIA

XV  INCONTRO COMPOSTELLANO IN LIGURIA

Genova, 25 e 26 febbraio 2017

Collegio “Emiliani” – Nervi

PROGRAMMA

Sabato 25 febbraio

Ore 10.00  Pellegrinaggio a piedi all’Oratorio di San Rocco
Ore 10.30  Santa messa all’oratorio di San Roco
Ore 13.00  Pranzo
Ore 14.30  Saluto di padre Andrea Marongiu, Rettore del Collegio
                 Where is the Life we have lost in living? Il cammino di Christoph Mc Candless – don Elio Girotto
                 Se non fossi tuo, Cristo mio. Io e “Il Portico della Gloria”: venticinque anni di Grazia – don Paolo Asolan
                 All’inizio del Cammino: la consegna della Credenziale – don Matteo Zoppi, Davide Gandini
Ore 18.00  Santo Rosario e Confessioni
Ore 18.30  Riunione del Capitolo Ligure
Ore 19.30  Cena
Ore 21.00  Sul cammino di Sant’Agostino – Teresina Bonfanti e Luigi Gallo
Lungi dall’uscio dalla quale parte… – Alessio Pastore, Giulio Cesarini, un cammino che parte da casa. Milano-Santiago, Roma-Santiago (2016)

Domenica 26 febbraio

Ore 09.00  Saluto degli amici della Association Provence-Alpes-Côte d’Azur-Corse des Amis des Chemins de Saint-Jacques-de-Compostelle et de Rome
a seguire   Vie di pellegrinaggio, ospitalità e vita di Confraternita – Paolo Caucci von Saucken, Rettore della Confraternita di San Jacopo di Compostella Il miracolo dell’ospitalità.
Testimonianze di Ospitalieri – Angela Ruffino, Vittorio Sciutto, Clara Pautasso
Ore 11.30   Santa Messa – Consegna della Credenziale ai pellegrini in partenza nella primavera 2017

Confraternita di San Jacopo di Compostella – Capitolo Ligure
E-MAIL: santiago@unipg.it; davidegandini@ilporticodellagloria.it
clicca qui per scaricare la scheda di prenotazione alberghiera

 

Rete Vie Sacre Sicilia

Rete Vie Sacre Sicilia, La Rete siciliana dei cammini sacri, tra escursionismo e pellegrinaggio, per condividere i propri passi

E’ un progetto iniziato nel 2014 che ha creato una Rete di soggetti, un network tra tutti i cammini tematici che si svolgono in Sicilia. Le Vie Sacre sono infatti dei cammini che presuppongono un tematismo sacro ed una pratica escursionistica, ispirandosi all’esempio del Cammino di Santiago de Compostela, dove il cammino, o se vogliamo il pellegrinaggio, ha una connotazione sia esperenziale sia turistica di valorizzazione della stessa esperienza, dei luoghi, dei percorsi, degli incontri, dell’accoglienza  e dei territori e delle comunità che si attraversano.

Nel programma 2017 cammini di più giorni e vari chilometri da percorrere zaino in spalla si alternano a giornate tematiche di singoli eventi urbani ed extraurbani.

Web: www.viesacresicilia.itwww.siciliaoutdoor.org

Mail: viesacresicilia@gmail.com – cell. (+39) 3497362863 (Attilio Caldarera)