Come spiego nella pagina dedicata alla Via Francigena in Italia il tracciato dell’itinerario che Sigerico compì nel 994 tornando da Roma, dove aveva avuto l’investitura da vescovo, è convenzionalmente considerato “Via Francigena” (o Via Romea come spesso viene chiamata all’estero).    Ha inizio davanti alla cattedrale di Canterbury e dopo 32 km, si arriva all’imbarco di Dover.   Si riparte da Calais in territorio Francese: sono circa 700 km.    Si entra quindi in territorio svizzero e dopo circa 200 km si sale al passo del Gran San Bernardo e si entra in Italia.

Non è un itinerario molto frequentato, quantomeno nella sua interezza.   E’ sufficientemente segnalato nel tratto inglese e svizzero mentre in territorio francese la situazione varia a seconda delle zone.   Indispensabile quindi disporre di una guida.

LA GUIDA

In lingua italiana è disponibile la La_VF_d_Canterbury_HiResguida scritta da Riccardo Latini – “La Via Francigena da Canterbury alle Alpi – 1000 km sulle orme di Sigerico”.   € 20.

La guida può essere acquistata online presso il sito dell’editore

 

 

 


Antonio e Flavio (nizzi.chira@libero.it) hanno percorso la Via Francigena da Arras a Torino.   Hanno scritto un riepilogo delle tappe con le indicazioni delle distanze e del luoghi in cui hanno trovato alloggio.   Clicca qui per scaricarlo