Via Francigena: nuova ospitalità per pellegrini a Torino

Presso l’Istituto Internazionale Salesiani di Torino è stata inaugurata una nuova ospitalità per i pellegrini della Via Francigena.

I Salesiani di via Caboto 27, ed in particolare Don Piero Busso, mettono a disposizione, a donativo, una tipica OP: due posti letto, doccia e cena comunitaria. E’ obbligatoria la credenziale.

Non è possibile effettuare prenotazioni. E’ comunque opportuno preannunciare con qualche giorno d’anticipo il proprio passaggio telefonando allo 011.58111. Per i gruppi numerosi è possibile prendere accordi direttamente con Don Piero.

Per raggiungere l’ospitalità la strada è molto semplice. Il pellegrino che proviene dalla Val Susa entra in città percorrendo corso Francia: all’altezza del civico 301/A svolta a destra per corso Peschiera, proseguendo fino all’incrocio con corso Ferrucci. Quindi svolta nuovamente a destra per imboccare, dopo averlo attraversato, corso Lione. Dopo due isolati incrocia alla propria sinistra via Caboto, in piena zona Crocetta. Dall’incrocio di corso Francia/corso Peschiera, l’ospitalità dista 4 km.

Anche per il pellegrino che punta a Santiago di Compostella la strada è facile.  Da Piazza Castello si imboccano i portici di via Pietro Micca in direzione della stazione ferroviaria di Torino Porta Susa. All’incrocio di via Cernaia/corso Siccardi si attraversa via Pietro Micca per imboccare, verso sud, corso Galileo Ferraris all’altezza del Mastio della Cittadella e dei giardini Guglielminetti. Quindi si prosegue lungo i viali alberati fino all’incrocio con via Caboto. L’ospitalità, che dista 4,1 km da piazza Castello, si trova sulla destra.

torino2

Don Piero Busso e Bruno Bosia, Priore del Capitolo Piemontese della Confraternita di San Jacopo di Compostela