Un gruppo scout segna la Via Francigena del Sud

Do volentieri diffusione di una iniziativa del gruppo scout AGESCI Eureka di Piedimonte Matese.

I ragazzi hanno iniziato a segnare il tratto della Via Francigena del sud che passa nel loro territorio.

Per maggiori informazioni:

http://www.radice.ce.it/piedimonte-matese-clan-eureka-del-gruppo-scout-agesci-traccera-la-via-dei-pellegrini-sulla-francigena-del-sud/

https://casertasera.it/2018/01/03/piedimonte-il-clan-eureka-del-gruppo-scout-agesci-traccera-la-via-dei-pellegrini-sulla-francigena-del-sud/

Pubblicate da Terre di Mezzo alcune nuove guide di cammini


COPE_La-via-di-Francesco_500px-328x600La Via di Francesco – 450 km tra Toscana, Umbria e Lazio

Scritta da Gianluigi Bettin, Paolo Giulietti e Nicola Checcarelli.  Una guida che descrive gli itinerari per raggiungere Assisi da La Verna e da Roma, a piedi o in bici. Un viaggio nel cuore verde dell’Italia tra paesaggi incontaminati e città d’arte, nei luoghi di Francesco.

ISBN: 9788861894402 – Pagine: 296

Cliccando su questo link si può acquistare la guida online presso il sito dell’editore


LaMagnaViaFrancigena_500px-326x600La Magna via Francigena – A piedi in Sicilia da mare a mare

Scritta da Davide Comunale.
Dalla “Palermo araba” alla rocca di Agrigentum: 180 chilometri a piedi da mare a mare, lungo antiche trazzere (i tratturi locali), vie in terra battuta e strade poco trafficate, alla scoperta della Sicilia occidentale e dei suoi tesori.

ISBN: 9788861894419 – Pagine: 96

Cliccando su questo link si può acquistare la guida online presso il sito dell’editore


CammMin_S_Barbara_cop_500px-300x548Il Cammino minerario di Santa Barbara – 400 km nel Sulcis-Iglesiente-Guspinese

Scritta da Giampiero Pinna.
Dal mare cristallino di Sant’Antioco alle fitte foreste del Marganai, dalle bianche dune di Piscinas alle spettacolari grotte di Is Zuddas, un itinerario storico, culturale e naturalistico nel Parco geominerario della Sardegna, visitando villaggi fantasma, siti archeologici, miniere recuperate.

ISBN: 9788861892514 – Pagine: 180

Cliccando su questo link si può acquistare la guida online presso il sito dell’editore


Il_Cammino_di_Sant_Ignazio_500px-328x600Il Cammino di Sant’Ignazio – 660 km a piedi in Spagna da Loyola a Manresa

Scritta da José Luis Iriberri SJ e Chris Lowney
Dai Paesi Baschi fino alle porte di Barcellona lungo l’itinerario che cambiò la vita di Ignazio di Loyola. Uno straordinario percorso che al Nord incrocia il Cammino di Santiago per poi toccare mete celebri come Saragozza, con la sua splendida basilica del Pilar, e l’imponente complesso monastico di Montserrat: ventisette giorni alla scoperta di luoghi sacri e vertiginosi silenzi per ripercorrere una delle più grandi esperienze della tradizione cristiana e imparare a “sentire le cose interiori”.

ISBN: 9788861894235 – Pagine: 240

Cliccando su questo link si può acquistare la guida online presso il sito dell’editore


The_Way_ok_St_Benedict_500x-328x600The Way of St Benedict – versione in lingua inglese del cammino di San Benedetto

Scritta da Simone Frignani
300 km in the footsteps of St Benedict along a unique route in Umbria and Lazio, on foot or by bike, visiting the three most important locations of the saint’s life: Norcia, Subiaco and Monte Cassino.

ISBN: 9788861890954 – Pagine: 176

Cliccando su questo link si può acquistare la guida online presso il sito dell’editore


Toscana a piedi – Seconda edizione aggiornata

Scritta da Vincenzo Moscati e Milena Romano

Sette splendidi itinerari (uniti in un unico percorso) per scoprire la bellezza della Toscana a piedi. In cammino per un mese, una settimana o anche solo per un weekend tra percorsi storici, città d’arte e natura.
ISBN: 9788861894204 – Pagine: 170

 

Un appello per aprire un ostello sulla Via Francigena a Lamporo (Vercelli)

Graziella e Piero Posa, di  Gassino Torinese, un paesino sulla Via Francigena che parte dal Monginevro, da anni svolgono una attività volontaria per rinnovare ogni anno le segnalazioni da Torino a Saluggia, assistere i pellegrini in transito, trovare pernottamento per gruppi numerosi.
Ora mi hanno chiesto di pubblicare un appello per cercare aiuto per  cercare l’aiuto di volontari per contribuire all’apertura di un ostello a Lamporo.   Con piacere lo pubblico.

Sulla Via Francigena, tra Chivasso e Vercelli, esisteva un posto tappa a Lamporo gestito fino a 5 anni fa circa, da un favoloso sacerdote con la sua perpetua, la Signora Bertilla.   Dopo la morte di Don Francesco e due episodi negativi successi alla Signora Bertilla, l’accoglienza di Lamporo è stata chiusa, con disagio per i Pellegrini che transitano sul tratto Torino-Vercelli.

Adesso il sindaco di Lamporo metterebbe a disposizione un alloggio del Comune, da destinare come Ostello per i pellegrini, con l’intenzione di renderlo agibile già dalla prossima primavera.   Il Comune ristrutturerà gli impianti (acqua, luce, riscaldamento)  poi con il volontariato dovremmo imbiancarlo, pulirlo, renderlo accogliente.

E’ possibile chiedere ai pellegrini che hanno voglia di condividere la riapertura di questo ostello e quindi mettersi con noi al lavoro, di inviarci il loro indirizzo e-mail o il numero di telefono, così appena il Comune termina la sua parte di lavori noi potremmo contattarli per organizzare le squadre di lavoro?

Un anticipato ringraziamento a tutti quelli che vorranno collaborare.

ULTREYA 

Graziella e Piero
pigra_posa@alice.it

Via Francigena Entry Point – un museo multimediale a Lucca

Lucca

Via Francigena ENTRY POINT è uno spazio multimediale situato a Lucca, comprendente un museo interattivo dedicato alla Via Francigena e alla realtà dei pellegrini. Inaugurato il 22 ottobre 2016, è situato sulle Mura della città presso il Baluardo San Salvatore: il punto di congiunzione fra il tratto urbano lucchese della Francigena e la sua prosecuzione verso la tappa di Altopascio.

L’ingresso si trova in Via dei Bacchettoni 8.  Il Museo è facilmente raggiungibile a piedi dalla stazione dei treni e da Piazzale Verdi in circa 15 / 20 minuti. Nel raggio di 200 metri sono inoltre presenti tre parcheggi per un totale di circa 1000 posti auto.

Per maggiori informazioni si può scaricare la presentazione in formato pdf

www.viafrancigenaentrypoint.eu  tel. 0583.496554
email info@viafrancigenaentrypoint.eu
Facebook  Lucca Via Francigena Entry Point

 

Il “Cammino della Solidarietà” da Norcia a Leonessa – 15/17 aprile 2017

Seminatori di futuro sulle orme dei Santi
Il “Cammino della Solidarietà” da Norcia a Leonessa – 15/17 aprile 2017

Si è da pochi giorni concluso il “Cammino della Solidarietà”, un’iniziativa lanciata su Facebook da Maurizio Ornella per dare un aiuto “diretto e concreto” alle aree geografiche del centro Italia colpite dal terremoto.

Oltre 200 “seminatori di futuro” provenienti da diverse regioni della penisola e anche dall’estero – nel gruppo anche gli asinelli del rifugio Colle Le Cese – si sono dati appuntamento sotto la statua di San Benedetto a Norcia ed hanno percorso, dal 15 al 17 aprile, una parte del Cammino del patrono d’Europa, con soste a Cascia e Monteleone di Spoleto, permettendo ad agriturismi, alberghi e B&B della zona, spesso a conduzione familiare, di tornare a vedere un po’ di speranza.IMG_0076 foto 3

“Quello che più ci manca è il contatto con i turisti non più presenti in questi luoghi per paura del terremoto” è ciò che gli abitanti hanno raccontato ai camminatori che si recavano nei piccoli alimentari e negozi di souvenir. Si è trattato di un pellegrinaggio culturale e spirituale, patrocinato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, che ha dato ai partecipanti l’opportunità di trascorrere una vera Pasqua di risurrezione e di solidarietà in questa parte di Italia dove piccoli borghi e santuari fanno da cornice alla vita di San Benedetto e di Santa Rita. L’ampio spazio dedicato dalla RAI attraverso i TG regionali e la puntata “A sua immagine” del 23 aprile che ha visto, tra gli altri, l’intervento dello scrittore Simone Frignani – autore della guida del Cammino di San Benedetto – testimonia la riuscita della manifestazione.

In ricordo dell’importante avvenimento il sindaco di Monteleone di Spoleto ha fatto pervenire ad ogni pellegrino una pergamena di partecipazione.

 

contributo di Valentino Pisegna
Commendatore “Orden del Camino de Santiago”
www.ordendelcaminodesantiago.es

18056439_1650289921665602_3242997375024037558_o

 

 

 

IX giornata / mese nazionale dei Cammini Francogeni

LOGOGIORNATA9DEFRID 7 maggio – 11 giugno 2017

GIORNATA /MESE NAZIONALE DEI CAMMINI FRANCIGENI – IX EDIZIONE

L’iniziativa, organizzata dalla Rete dei Cammini ogni prima domenica del mese di maggio, consiste nella promozione in tutta Italia di eventi di cammino e di cultura su tutte le Vie Storiche italiane, ad iniziare dalla famosa Via Francigena. Eventi, dettagli e contatti sono sul sito della Rete dei Cammini, in costante aggiornamento: www.retecamminifrancigeni.eu

In questo speciale 2017, ANNO ONU del Turismo sostenibile per lo sviluppo, la GIORNATA NAZIONALE DEI CAMMINI FRANCIGENI diventa “MESE DEI CAMMINI FRANCIGENI”, e in tal modo valorizza con ancora più forza la riscoperta di importanti vie storiche e le iniziative di tutela del territorio ad esse collegate.

Per aderire direttamente alla Giornata/Mese organizzando o segnalando un evento, basta compilare il form di adesione http://www.retecamminifrancigeni.eu/index.php?pag=351

Partecipazione e promozione gratuite

RETE DEI CAMMINI a.p.s.
Via Giuseppe Ferrari 2 – 22100 COMO Tel 031279684  Mob 3477418614
Email info@retecamminifrancigeni.eu  http://www.retecamminifrancigeni.eu
Facebook: rete dei cammini, francigena

 

La Via Postumia: un cammino in formazione

CAMMINO VIA POSTUMIA

E’ un cammino che, nel progetto di Andrea Vitiello e Stefano Sereni (pellegrini mantovani) che da tempo stanno lavorando per la sua realizzazione, intende collegare il Cammino per Santiago Sloveno (Jakobova pot) alla via Tolosana che da Arles raggiunge il Cammino Francese che porta a Santiago de Compostela.   Per raggiungere questo scopo il cammino inizia ad Aquileia, in corrispondenza dell’inizio del Cammino Celeste, attraversa la pianura Padana e scavalca l’Appennino raggiungendo Genova.   Lungo il suo sviluppo incrocia:
a Castelfranco Veneto il Cammino di Sant’Antonio
a Piazzola ssul Brenta la via Romea di Stade
a Piacenza la Via Francigena
a Canneto Pavese la Via degli Abati
a Volpedo  il Cammino di Sant’Agostino
a Genova raggiunge la Via della Costa Ligure.

Il Cammino è lungo oltre 900 km.   I due promotori stanno segnalando il percorso e stipulando convenzioni con moltissimi luoghi di accoglienza per garantire ai pellegrini ospitalità a prezzo contenuto.

Chi è interessato può scaricare il documento allegato.

Per informazioni sono a disposizione:
Andrea Vitiello – 347.0570777 – andreavitiello@libero.it
Stefano Sereni – 340.6027042 – stefanosereni1@gmail.com

Il cammino della Gran Madre – II edizione

Il Capitolo Piemontese della Confraternita di San Jacopo ha organizzato la II edizione del Cammino della Gran Madre, il pellegrinaggio mariano che si sviluppa  si sviluppa tra i monti biellesi e gli storici vigneti del Gattinara e del Bramaterra, lungo un percorso paesaggistico di circa 150 km e che vedrà la luce dal prossimo 22 giugno.

La partenza avverrà da Trivero (BI) per poi toccare giorno dopo giorno, le Piane di Viera, Postua, Sostegno, Gattinara, Masserano, quindi Portula, Sagliano e Graglia. Infine, Oropa il 30 giugno.  Tutto in nove tappe.

Il pellegrinaggio verrà riproposto ogni anno fino al 2020, anno della V Incoronazione della Statua della Madonna Nera di Oropa.

Chi volesse partecipare (i posti, al momento, sono limitati) potrà fare riferimento direttamente al Priore del Capitolo Piemontese della Confraternita di San Jacopo, Bruno Bosia (brunobosia@virgilio.it  – 328.2849398) ed all’ideatore del cammino, Tonino Crestani (tonicrestani@gmail.com): a quest’ultimo potrà essere richiesta anche la guida del Cammino.

Maggiori informazioni sul mio blog www.conilmiopasso.blogspot.com