Un gruppo scout segna la Via Francigena del Sud

Do volentieri diffusione di una iniziativa del gruppo scout AGESCI Eureka di Piedimonte Matese.

I ragazzi hanno iniziato a segnare il tratto della Via Francigena del sud che passa nel loro territorio.

Per maggiori informazioni:

http://www.radice.ce.it/piedimonte-matese-clan-eureka-del-gruppo-scout-agesci-traccera-la-via-dei-pellegrini-sulla-francigena-del-sud/

https://casertasera.it/2018/01/03/piedimonte-il-clan-eureka-del-gruppo-scout-agesci-traccera-la-via-dei-pellegrini-sulla-francigena-del-sud/

Un appello per aprire un ostello sulla Via Francigena a Lamporo (Vercelli)

Graziella e Piero Posa, di  Gassino Torinese, un paesino sulla Via Francigena che parte dal Monginevro, da anni svolgono una attività volontaria per rinnovare ogni anno le segnalazioni da Torino a Saluggia, assistere i pellegrini in transito, trovare pernottamento per gruppi numerosi.
Ora mi hanno chiesto di pubblicare un appello per cercare aiuto per  cercare l’aiuto di volontari per contribuire all’apertura di un ostello a Lamporo.   Con piacere lo pubblico.

Sulla Via Francigena, tra Chivasso e Vercelli, esisteva un posto tappa a Lamporo gestito fino a 5 anni fa circa, da un favoloso sacerdote con la sua perpetua, la Signora Bertilla.   Dopo la morte di Don Francesco e due episodi negativi successi alla Signora Bertilla, l’accoglienza di Lamporo è stata chiusa, con disagio per i Pellegrini che transitano sul tratto Torino-Vercelli.

Adesso il sindaco di Lamporo metterebbe a disposizione un alloggio del Comune, da destinare come Ostello per i pellegrini, con l’intenzione di renderlo agibile già dalla prossima primavera.   Il Comune ristrutturerà gli impianti (acqua, luce, riscaldamento)  poi con il volontariato dovremmo imbiancarlo, pulirlo, renderlo accogliente.

E’ possibile chiedere ai pellegrini che hanno voglia di condividere la riapertura di questo ostello e quindi mettersi con noi al lavoro, di inviarci il loro indirizzo e-mail o il numero di telefono, così appena il Comune termina la sua parte di lavori noi potremmo contattarli per organizzare le squadre di lavoro?

Un anticipato ringraziamento a tutti quelli che vorranno collaborare.

ULTREYA 

Graziella e Piero
pigra_posa@alice.it

Via Francigena Entry Point – un museo multimediale a Lucca

Lucca

Via Francigena ENTRY POINT è uno spazio multimediale situato a Lucca, comprendente un museo interattivo dedicato alla Via Francigena e alla realtà dei pellegrini. Inaugurato il 22 ottobre 2016, è situato sulle Mura della città presso il Baluardo San Salvatore: il punto di congiunzione fra il tratto urbano lucchese della Francigena e la sua prosecuzione verso la tappa di Altopascio.

L’ingresso si trova in Via dei Bacchettoni 8.  Il Museo è facilmente raggiungibile a piedi dalla stazione dei treni e da Piazzale Verdi in circa 15 / 20 minuti. Nel raggio di 200 metri sono inoltre presenti tre parcheggi per un totale di circa 1000 posti auto.

Per maggiori informazioni si può scaricare la presentazione in formato pdf

www.viafrancigenaentrypoint.eu  tel. 0583.496554
email info@viafrancigenaentrypoint.eu
Facebook  Lucca Via Francigena Entry Point

 

i pellegrini scrivono – 12

Antonio Nizzi (nizzi.chiara@libero.it)  ha inviato un diario sulla sua esperienza sulla Via Francigena del Sud, vissuta tra aprile e maggio 2017.

Il blog di Fra Dario sul Camino del Sureste: https://camminodelsureste.blogspot.it

Riccardo Capitelli mette a disposizione diversi contributi sulla sua esperienza lungo la Via Micaelica:
– un articolo su LifeinTravel (con possibilità di scaricare una guida ed un diario)
– un articolo pubblicato sul sito di Iubilantes
– un fotoracconto pubblicato su Flickr
– un’intervista a Tele Molise
– un’intervista a TV2000

 

IX giornata / mese nazionale dei Cammini Francogeni

LOGOGIORNATA9DEFRID 7 maggio – 11 giugno 2017

GIORNATA /MESE NAZIONALE DEI CAMMINI FRANCIGENI – IX EDIZIONE

L’iniziativa, organizzata dalla Rete dei Cammini ogni prima domenica del mese di maggio, consiste nella promozione in tutta Italia di eventi di cammino e di cultura su tutte le Vie Storiche italiane, ad iniziare dalla famosa Via Francigena. Eventi, dettagli e contatti sono sul sito della Rete dei Cammini, in costante aggiornamento: www.retecamminifrancigeni.eu

In questo speciale 2017, ANNO ONU del Turismo sostenibile per lo sviluppo, la GIORNATA NAZIONALE DEI CAMMINI FRANCIGENI diventa “MESE DEI CAMMINI FRANCIGENI”, e in tal modo valorizza con ancora più forza la riscoperta di importanti vie storiche e le iniziative di tutela del territorio ad esse collegate.

Per aderire direttamente alla Giornata/Mese organizzando o segnalando un evento, basta compilare il form di adesione http://www.retecamminifrancigeni.eu/index.php?pag=351

Partecipazione e promozione gratuite

RETE DEI CAMMINI a.p.s.
Via Giuseppe Ferrari 2 – 22100 COMO Tel 031279684  Mob 3477418614
Email info@retecamminifrancigeni.eu  http://www.retecamminifrancigeni.eu
Facebook: rete dei cammini, francigena

 

A Viterbo benedizione dei pellegrini della Via Francgena

I pellegrini della Via Francigena che passano da Viterbo possono partecipare al “rito della benedizione dei Pellegrini” con relativa benedizione della bisaccia e del bordone o di altro oggetto devozionale che si trasporta durante il pellegrinaggio. Tale rito di benedizione avviene nella chiesa del “San Pellegrino”, piazza San Pellegrino/via dei pellegrini, che si trova nel centro medievale di Viterbo. Il costo del rito della benedizione è nullo.

Sempre per coloro che sono interessati e previa comunicazione dei dati personali, si rilascia una pergamena personalizzata di “pellegrino itinerante” a testimonianza della benedizione e del passaggio avvenuti nella chiesa di San Pellegrino (costo 2/3 € ca).viterbo

 

 

Chiara e Marco in cammino dalla loro casa

Chiara e Marco, giovani pellegrini toscani, partono per Santiago dalla loro casa, a Tavarnelle Val di Pesa (Firenze), il 28 maggio 2016.   Si metteranno sulla Via Francigena che seguiranno fino al Monginevro.   Poi sulla Via Domizia fino ad Arles.   Da lì sulla Via Tolosana fino a Lourdes, Saint Jean Pied de Port.

Questo il loro progetto: www.chiocciolafelix.com/2015/12/09/il-progetto/ 

Per chi li vorrà seguire terranno costantemente aggikornato il loro blog: http://www.chiocciolafelix.com/

 

Via Francigena: nuova ospitalità per pellegrini a Torino

Presso l’Istituto Internazionale Salesiani di Torino è stata inaugurata una nuova ospitalità per i pellegrini della Via Francigena.

I Salesiani di via Caboto 27, ed in particolare Don Piero Busso, mettono a disposizione, a donativo, una tipica OP: due posti letto, doccia e cena comunitaria. E’ obbligatoria la credenziale.

Non è possibile effettuare prenotazioni. E’ comunque opportuno preannunciare con qualche giorno d’anticipo il proprio passaggio telefonando allo 011.58111. Per i gruppi numerosi è possibile prendere accordi direttamente con Don Piero.

Per raggiungere l’ospitalità la strada è molto semplice. Il pellegrino che proviene dalla Val Susa entra in città percorrendo corso Francia: all’altezza del civico 301/A svolta a destra per corso Peschiera, proseguendo fino all’incrocio con corso Ferrucci. Quindi svolta nuovamente a destra per imboccare, dopo averlo attraversato, corso Lione. Dopo due isolati incrocia alla propria sinistra via Caboto, in piena zona Crocetta. Dall’incrocio di corso Francia/corso Peschiera, l’ospitalità dista 4 km.

Anche per il pellegrino che punta a Santiago di Compostella la strada è facile.  Da Piazza Castello si imboccano i portici di via Pietro Micca in direzione della stazione ferroviaria di Torino Porta Susa. All’incrocio di via Cernaia/corso Siccardi si attraversa via Pietro Micca per imboccare, verso sud, corso Galileo Ferraris all’altezza del Mastio della Cittadella e dei giardini Guglielminetti. Quindi si prosegue lungo i viali alberati fino all’incrocio con via Caboto. L’ospitalità, che dista 4,1 km da piazza Castello, si trova sulla destra.

torino2

Don Piero Busso e Bruno Bosia, Priore del Capitolo Piemontese della Confraternita di San Jacopo di Compostela